Giochi di potere

Giochi di potere

Titolo Originale: Giochi di potere
Nazione: USA, Danimarca, Canada
Genere: Thriller
Durata: 108′
Anno: 2018

Regia: Per Fly
Cast: Theo James, Ben Kingsley, Belcim Bilgin, Jacqueline Bisset, Rossif Sutherland, Brian Markinson, Rachel Wilson, Shauna Macdonald…

Trama: Michael, giovane e idealista programmatore e coordinatore, ottiene il lavoro dei suoi sogni presso le Nazioni Unite e rapidamente si ritrova a doversi occupare del programma Oil for Food su volontà di Pasha, l’esperto diplomatico che diventa il suo mentore. Sotto l’ala protettiva di Pasha, Michael agguanta il successo da sempre sperato ma le sue azioni provocano conseguenze inaspettate. Quando poi scopre che il programma in realtà nasconde una cospirazione che coinvolge le risorse petrolifere irachene, rischierà la sua vita e la sua carriera per denunciare il tutto.Fonte Trama  


Basta registrarsi gratuitamente per vedere tutto il catalogo di CinemaGratis gratuitamente

Durante la registrazione possono essere richiesti dati come nome o mail o carta di credito - Soprattutto questa ultima è necessaria soltanto per avere una registrazione univoca della persona - non verrà addebitato alcun importo sulla vostra carta senza vostra autorizzazione


Note: GIOCHI DI POTERE: LO SCANDALO OIL-FOR-FOOD
Diretto da Per Fly e sceneggiato dallo stesso con Daniel Pyne, Giochi di potere racconta la storia di Michael, un giovane e idealista coordinatore che si ritrova al centro del programma Oil for Food, attivato dalle Nazioni Unite per permettere all’Iraq di vendere petrolio nel mercato mondiale in cambio di cibo, medicine e altre necessità umanitarie. Alle prime armi, Michael segue le orme di Pasha, un esperto diplomatico che gli fa da mentore e che diventa per lui una sorta di figura paterna. Dopo che un funzionario delle Nazioni Unite viene ucciso in Iraq, Pasha ha bisogno di un volto fresco per presentare una relazione sul successo del programma al Consiglio di Sicurezza dell’ONU. Michael ai suoi occhi è il candidato perfetto. Sotto l’ala di Pasha, Michael in breve fa progressi nel suo lavoro e si assicura con successo i finanziamenti per il programma ma le sue azioni non sono senza conseguenze o vittime. Lungo la strada, comincia a rendersi conto di quanta corruzione imperi nell’ambiente e all’interno del programma stesso. Da Pasha, impara a capire come bene e male siano concetti relativi, malleabili a seconda delle esigenze e al servizio di una causa più grande e nobile: la verità non è un dato di fatto ma solo una questione di consenso. Quando poi scopre quanto alto sia il grado di corruzione all’interno dell’Oil for Food, Michael realizza di essere stato strumentalizzato nel sostenere un diffuso sistema di tangenti. La sua unica ancora di salvezza sarà allora quella di denunciare tutto, rischiando la propria vita, la carriera del suo mentore e la vita della donna che ama.