A United Kingdom – L’amore che ha cambiato la storia

A United Kingdom - L'amore che ha cambiato la storia

Titolo Originale: A United Kingdom – L’amore che ha cambiato la storia
Nazione: Regno Unito
Genere: Drammatico
Durata: 105′
Anno: 2016

Regia: Amma Asante
Cast: David Oyelowo, Rosamund Pike, Tom Felton, Laura Carmichael, Jack Davenport, Charlotte Hope, Nicholas Lyndhurst, Jessica Oyelowo

Trama: La storia di Seretse Khama, principe del Botswana, e della moglie britannica bianca Ruth Williams, il cui matrimonio interrazziale negli anni Quaranta si rivelò assai controverso. Nonostante lo scandalo, Seretse venne eletto primo presidente del Paese. Fonte Trama  


Basta registrarsi gratuitamente per vedere tutto il catalogo di CinemaGratis gratuitamente

Durante la registrazione possono essere richiesti dati come nome o mail o carta di credito - Soprattutto questa ultima è necessaria soltanto per avere una registrazione univoca della persona - non verrà addebitato alcun importo sulla vostra carta senza vostra autorizzazione


Note: Diretto da Amma Asante e sceneggiato da Guy Hibbert, A United Kingdom si basa su eventi realmente accaduti per raccontare la storia di Seretse Khama, erede al trono del Botswana, che nel 1947 incontra Ruth Williams, una giovane donna bianca appartenente a una modesta famiglia operaia inglese, e se ne innamora. Nel giro di poche settimane, Seretse e Ruth decidono di stare insieme ma la loro unione è destinata a non avere vita semplice. Per Seretse, principe africano che studia legge per prepararsi al suo futuro da re della tribù dei Bangwato nella nativa Bechuana, portare a casa una donna bianca significa andare contro le tradizioni del suo popolo tanto che anche l’amato zio Tshekedi, salito al trono dopo la morte del padre di Seretse, è contrario all’idea. Anche la famiglia di Ruth si oppone alla loro unione: sebbene l’esperienza della guerra abbia reso la giovane donna moderna e libera, suo padre disapprova l’unione interrazziale e minaccia di cacciarla di casa. I loro problemi, poi, si complicano ulteriormente quando il governo britannico, tramite il vescovo di Londra, si attiva per impedire il loro matrimonio in chiesa (sebbene siano già uniti con un matrimonio civile) temendo un effetto destabilizzante nelle colonie dell’Impero: in Sudafrica, che confina con la Bechuana e dove stanno per essere introdotte le leggi di segregazione razziale, la reazione è così forte che il governo minaccia di negare alla Gran Bretagna l’accesso all’oro e all’uranio e di invadere il Botswana. A dispetto delle avversità, Seretse porta la moglie Ruth in patria trovandosi di fronte a un’accoglienza piuttosto fredda: Tshekedi non fa nulla per nascondere il suo appunto e Ruth deve combattere l’ostilità sia di sua moglie sia di Naledi, la sorella di Seretse. In un precipitare degli eventi, Seretse viene costretto all’esilio e alla separazione da Ruth, che si ritrova a dover portare avanti una gravidanza da sola osteggiata dagli abitanti del posto che la vedono come un pericolo per il loro paese.